E’ tempo di una nuova visione rivoluzionaria – Gilberto Trombetta Gabriele Guzzi

In questo video abbiamo come ospite

Via libera da Bruxelles alla quarta rata del PNRR da 16,5 miliardi, giusto all’indomani della fine del mercato tutelato dell’energia che era una delle 527 condizionalità legate al PNRR imposte dall’UE… Il 22 Novembre a Strasburgo – con 305 voti favorevoli, 276 contrari e 29 astensioni – il Parlamento europeo ha votato a favore di una serie di proposte che potrebbero ridurre drasticamente i poteri degli Stati membri a favore dell’Unione Europea. Le decisioni prese potrebbero trasformare il volto dell’UE, ridefinendo le competenze, l’autorità e il processo decisionale. Il Parlamento europeo ambisce a rafforzare il proprio ruolo concedendosi il diritto di iniziativa legislativa e di trasferire le competenze attualmente in mano agli Stati membri all’Unione europea. Le proposte avanzate includono la creazione di un sistema bicamerale, nuove regole di voto nel Consiglio dell’UE con l’introduzione del processo decisionale a maggioranza qualificata e il diritto di iniziativa legislativa per il Parlamento europeo. A non sostenere il progetto di riforma sono stati i Conservatori e Riformisti di Ecr (di cui fa parte Fratelli d’Italia) e la destra di Identità e Democrazia (di cui fa parte la Lega). Per aprire una Convenzione che porti alla riforma dei trattati servono 14 Stati membri in seno al Consiglio, una maggioranza semplice che non è facile da trovare. La riforma del Patto di Stabilità. Una trattativa da instaurare con la Germania che in questo momento sarebbe in un momento di difficoltà anche e soprattutto politica con lo scandalo dei conti dello Stato truccati. Questo e molto altro nell’approfondimento economico-politico del Martedì, ospiti l’economista GABRIELE GUZZI autore del libro di poesie “Un volto da un vuoto” (casa editrice PeQuod) e GILBERTO TROMBETTA giornalista economico, portavoce nazionale del “Fronte per la Sovranità Popolare”.

(Visited 1104 times, 1 visits today)

Potrebbe interessarti anche