Le elezioni a Taiwan ridimensionano le ambizioni USA – Stefano Orsi Giacomo Gabellini

In questo video abbiamo come ospite

Situazione drammatica nelle città di Kherson e Kiev; gli aggiornamenti. Le continue forniture di armi e munizioni all’Ucraina hanno ridotto in maniera drastica le capacità di difesa anche del nostro paese. La risoluzione del parlamento UE che ha dichiarato la Russia stato terrorista; nemmeno Washington è arrivato a tanto… Terremoto politico a Taiwan; il Kuomingtang, il Partito Nazionalista che ha posizioni concilianti con la Cina, trionfa alle elezioni tenutesi i giorni scorsi. Politico, il prestigioso settimanale americano di informazione che si occupa di intelligence, afferma che si sta creando una vera e propria frattura tra ambienti dell’economia e dell’industria dei principali paesi europei e gli Stati Uniti; Macron sta cercando di convincere l’industria europea a non delocalizzare negli USA. Crollo verticale delle vendite immobiliari in USA. Le manifestazioni anti lockdown in Cina. Dopo 77 anni la Polonia chiede alla Germania il risarcimento dei danni di guerra per un importo di 1,3 trilioni di euro. Con una scappatoia il petrolio russo continua ad affluire nei porti britannici; ecco la ricostruzione del Sunday Times. Probabili dimissioni di Zuckerberg nel 2023 dalla sua creatura Facebook. L’analisi geopolitica del Lunedì assieme a GIACOMO GABELLINI e STEFANO ORSI. Conduce l’intervista CARLO SAVEGNAGO

(Visited 1481 times, 1 visits today)

Potrebbe interessarti anche