Embargo al petrolio russo + accise fuori controllo = benzina a 2 Euro – Gilberto Trombetta

In questo video abbiamo come ospite

Ieri il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha incontrato a Palazzo Chigi la von der Leyen. Al termine dell’incontro, un tweet della von der Leyen ha elencato i temi del vertice. “In vista della prossima riunione del Consiglio europeo – si legge – abbiamo discusso di come: Continuare a sostenere l’Ucraina; garantire un’energia sicura e accessibile; aumentare la competitività dell’industria dell’Ue; fare progressi sul Patto per la migrazione Abbiamo anche discusso dell’implementazione del Pnrr in Italia”. Qualche ora prima la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen aveva incontrato Romano Prodi in un albergo della capitale per parlare di priorità che sono “nell’interesse dell’Italia e dell’Europa”. Terminati gli aiuti di Stato il 31 Dicembre con il taglio delle accise, dal 1° Gennaio i prezzi di benzina e diesel stanno continuando a salire. Adesso fare un pieno di benzina costa 9 euro in più rispetto a 10 giorni fa. E’ tutta speculazione come i media stanno narrando con il megafono in mano o la realtà è un’altra? Il mainstream comincia a riconoscerlo; Financial Times “Italia paese dell’eurozona più a rischio quando la BCE alzerà i tassi”. L’inflazione morde; i principali dati sulle conseguenze nella nostra quotidianità. 6,8 milioni di lavoratori del settore privato su un totale di 12,8 milioni aspettano, anche da anni, il rinnovo del contratto di lavoro e l’adeguamento al costo della vita. Parliamo anche di semi-presidenzialismo, un tema che nel governo è tornato di attualità. La nostra analisi del Martedì assieme a GILBERTO TROMBETTA giornalista economico.

(Visited 883 times, 1 visits today)

Potrebbe interessarti anche