Le armi per l’Ucraina vanno in Africa e all’Isis: ecco le prove – Fabio Sarzi Amadè

In questo video abbiamo come ospite

Lo scorso 28 Febbraio il Consiglio dell’Unione Europea ha adottato tramite lo “Strumento Europeo per la Pace” e su richiesta del governo di Kiev un pacchetto di sostegno da 500 milioni di € per le forze armate ucraine che include, per la prima volta dell’UE, armi letali, ammettendo che l’Ucraina è in guerra da sette anni ma senza specificare contro chi. Il 23 Marzo, il 13 Aprile e il 23 Maggio vengono aggiunte tre ulteriori tranche a sostegno dell’Ucraina; totale, per ora, 2 miliardi di €. Come viene gestito l’invio degli armamenti e dove vanno effettivamente le armi? Ecco le sconvolgenti scoperte emerse dalla ricerca di Fabio Sarzi Amadè per conto del nostro canale. “GOCCE D’EUROPA” è una rubrica a cura di FABIO SARZI AMADE’ docente di Diritto del Lavoro, già consulente per la Regione Piemonte a Bruxelles.

(Visited 541 times, 1 visits today)

Potrebbe interessarti anche